Narrow screen resolution Wide screen resolution Auto adjust screen size Increase font size Default font size Decrease font size
Tuesday 30 Sep 2014
Home
COMUNICATO STAMPA PDF Stampa E-mail

A SAN SEVERINO LUCANO LA PRIMA SAGRA DELLA PATATA DI VILLANETO, DOMANI 20 SETTEMBRE

Si terrà a San Severino Lucano domani, 20 settembre, la prima sagra della patata di Villaneto. Ad organizzarla l’associaizone “Grande Lucania”in collaborazione con l’amministrazione comunale e la Pro loco del Pollino.

La “Marca” e la “Paesana”, i due ecotipi di patata, erano quasi scomparse, in questi ultimi tempi il sindaco Franco Fiore insieme al gruppo esecutivo ha voluto riportarle all’attenzione degli agricoltori a cui ha proposto la coltivazione per cercare di sviluppare l’economia delle contrade Villaneto e Mancini, particolarmente vocate a tale produzione. L’obiettivo è quello di accrescere l’economia della cittadina del Pollino mettendo nel paniere dei prodotti del Parco anche la patata, quella a pasta bianca (Marca) o gialla (Paesana) un tempo tra i nutrimenti base dell’alimentazione del popolo di San Severino Lucano oggi quasi scomparsa. Dopo la ricerca e la rimessa in produzione dei due bulbi, è stata coinvolta l’Alsia che si sta occupando della caratterizzazione genetica e bio agronomica della varietà tipica, per altro già inserita nell’elenco delle biodiversità orticole della regione Basilicata.

La sagra inizierà alle 19,00, ben 8 chef saranno a disposizione dei partecipanti per far assaggiare i piatti a base di patata, alle 21,30 completeranno il programma dell’iniziativa le canzoni d’autore di Raffaele Tedesco.

L’addetto Stampa

Antonietta Zaccara

333 2227223

 
COMUNICATO STAMPA del 15 settembre 2014 PDF Stampa E-mail

15 SENEGALESI A SAN SEVERINO LUCANO

15  ragazzi senegalesi sono ospiti di San Severino Lucano. Sono giovani rientranti nei progetti di protezione per i richiedenti asilo politico.

Il comune ha risposto positivamente per la seconda volta alla richiesta del Ministero di dare disponibilità per il servizio di accoglienza, integrazione e tutela per i richiedenti e i titolari di protezione internazionale e umanitaria, nel quadro dello Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, ha fatto tutto quanto necessario per l’attuazione del progetto, la cooperativa Senis Ospes si sta occupando della gestione dei servizi offerti. Ricordiamo che dallo scorso mese di luglio vivono a San Severino Lucano 9 ragazze nigeriane sempre facenti parte del progetto Sprar, progetto il cui obiettivo principale è consentire ai rifugiati di riconquistare l’autonomia perduta e riprendere in mano le redini della propria vita. Attivo in Italia dal 2001, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati è composto da una rete di 415 enti locali (di cui 375 comuni)  che attuano su tutto il territorio nazionale 456 progetti di accoglienza.

I senegalesi sono a San Severino Lucano da una quindicina di giorni e sono già integrati con la popolazione residente abbastanza bene, quasi ogni pomeriggio, infatti, si ritrovano al campo sportivo per giocare a pallone insieme. “Un bell’esempio di integrazione”, dice il sindaco Franco Fiore, “il gioco unisce e fa conoscere ospiti e cittadini”.

L’accoglienza è uno dei tasselli che segnala il grado di civiltà di un popolo “Da noi ogni forestiero che viene è una ricchezza, ha continuato il sindaco, da parte nostra c’è la massima disponibilità sia verso gli ospiti che verso coloro che si occupano del progetto. Insieme cercheremo di aiutare questi giovani a muoversi bene sul territorio nazionale. Sono persone con i nostri stessi sogni, aspettative e necessità, speriamo di riuscire a contribuire al miglioramento della  qualità della loro vita”. I progetti di accoglienza rappresentano una occasione di scambio di culture, conoscenze e esperienze di vita favorendo un arricchimento culturale e umano reciproco.

 

L’ADDETTO STAMPA

Antonietta Zaccara

 
COMUNICATO STAMPA PDF Stampa E-mail

Domenica 14 settembre nonno Agostino Romeo, di San Severino Lucano, a Montalbano Ionico FESTEGGERA’ 100 ANNI

Spegnerà 100 candeline Agostino Romeo di San Severino Lucano, domenica 14 settembre, la festa sarà a Montalbano Ionico, dove il longevo sanseverinese vive, a casa della figlia, festeggeranno con lui il raggiungimento del bel traguardo i familiari, amici e parenti. Il nonno del paese è nato il 15 settembre del 1914. Idealmente a nonno Agostino si stringerà “con affetto tutta San Severino Lucano riconoscente al Signore per il dono di questi meravigliosi anni vissuti con esemplarità, laboriosità, sacrificio e generosità,  esempio di vita,di saggezza e valori sani come cittadino, marito e padre”. Il sindaco Franco Fiore, parteciperà alla festa a nome di tutta la sua comunità e porterà gli auguri dell’intero paese.

L’ADDETTO STAMPA

ANTONIETTA ZACCARA

 
COMUNICATO STAMPA PDF Stampa E-mail

COMUNE DI SAN SEVERINO LUCANO

UFFICIO STAMPA


RB RIDE, la giostra panoramica di Carsten Höller fermata dalle cattive condizioni meteo

 

A causa delle cattive condizioni del tempo e soprattutto del forte vento ad alta quota da questa mattina è stato fermato il giro della giostra, a San Severino Lucano. A comunicarlo il sindaco Franco Fiore.

Ricordiamo che su Timpa della Guardia, a mt.1169, è posizionata “RB Ride” la gigantesca giostra panoramica realizzata dall’artista tedesco Carsten Höller.

Turisti e visitatori nel mese di agosto hanno potuto godere del panorama circostante e quindi  ammirare le cime più alte del Pollino e la valle del Sinni con lo splendido scenario della diga di Monte Cotugno, dall’alto e seduti sulla sorprendente “RB Ride”, la giostra con 12 braccia e posti per 24 persone che nonostante il suo valore artistico funziona come una normale giostra ma dal movimento lentissimo, quasi esasperante. “Le incerte condizioni atmosferiche e il forte vento non permettono più l’apertura dell’impianto”, dice il sindaco, il suo uso diventa pericoloso per cui è stata fermata

 

L’addetto stampa

Antonietta Zaccara

 

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 8 di 183